aporia srl - sistemi integrati qualità sicurezza ambiente

Servizi

Newsletter

Corsi e News

Chiusura estiva


... Leggi Tutto

F-Gas


... Leggi Tutto

Denuncia annuale MUD


... Leggi Tutto

Corso di primo soccorso (prima formazione e aggiornamento)


... Leggi Tutto

Novità SISTRI


... Leggi Tutto

Questionario di autovalutazione nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)


... Leggi Tutto

Servizio di assistenza su adempimenti privacy


... Leggi Tutto

Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali


... Leggi Tutto

Proroga SISTRI al 2019


... Leggi Tutto

Formazione del Datore di Lavoro in caso di utilizzo di attrezzature


... Leggi Tutto

Accessibilità in sicurezza ai punti di prelievo per emissioni in atmosfera


... Leggi Tutto

Manutenzioni periodiche


... Leggi Tutto

Formazione delle attrezzature non comprese nell’Accordo Stato-Regioni


... Leggi Tutto
Corsi e News
Chiusura estiva

Lo studio aporia sarà chiuso per ferie dall'8 al 28 agosto.

Cogliamo l'occasione per augurarvi buone ferie!



Pubblicato il 24 luglio 2019
F-Gas

Abrogazione dichiarazione F-gas

Il nuovo D.P.R. 146/2018, abroga l’obbligo di comunicazione della dichiarazione F-Gas entro il 31 maggio di ogni anno.

Quindi, come chiarito dal Ministero dell’Ambiente, la dichiarazione F-Gas relativa alle informazioni del 2018 non dovrà essere trasmessa (la quale aveva come termine il 31 maggio 2019).



Pubblicato il 30 maggio 2019

Denuncia annuale MUD
Vi ricordiamo che la denuncia annuale MUD quest'anno scadrà il 22 giugno 2019.

Sono tenuti alla presentazione del M.U.D.:
a) I produttori iniziali che producono rifiuti pericolosi, a prescindere dal numero di dipendenti;
b) i produttori iniziali che producono rifiuti non pericolosi, a condizione che abbiano più di 10 dipendenti;
c) chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta, gestione, trasporto di rifiuti pericolosi e non pericolosi.

SONO ESCLUSI: i soggetti autorizzati ai sensi dell’art. 212 comma 8 del D.Lgs 152/06 che effettuano esclusivamente operazioni di trasporto dei propri rifiuti non pericolosi.


aporia s.r.l. -  Denuncia annuale MUD - Scarica l'allegato Scarica l'allegato

Pubblicato il 08 aprile 2019

Corso di primo soccorso (prima formazione e aggiornamento)
La scrivente organizza in collaborazione con  Ial Marche un Corso di primo soccorso (12 ore) per gli addetti al Nucleo Gestione Emergenza che si terrà nei seguenti giorni:
12/06/2019 dalle ore 09.00 alle ore 13.00
20/06/2019 dalle ore 09.00 alle ore 13.00
25/06/2019 dalle ore 09.00 alle ore 13.00
presso Ial Marche srl, Via del Cinema, Pesaro.

Coloro che invece sono già in possesso della formazione e necessitano dell'aggiornamento (4 ore), potranno iscriversi alla data del 16/04/2019

In allegato l'Informativa completa e il modulo di iscrizione.



Pubblicato il 14 marzo 2019

Novità SISTRI

Soppresso dal 1 Gennaio 2019 
    
Il 15 dicembre è entrato in vigore il DL 135/18 (Semplificazioni), pubblicato sulla GU n. 290 del 14 dicembre 2018 che, tra i vari aspetti, ha introdotto con l'art.6 importanti novità legate alle Disposizioni in merito alla tracciabilità dei dati ambientali inerenti rifiuti.
In particolare ha sancito la soppressione del Sistema di Tracciabilità Rifiuti (SISTRI) a partire dal 1 gennaio 2019 e la conseguente cessazione dell'obbligo dei contributi.
 
Il Sistri verrà in futuro sostituito da un nuovo sistema di tracciabilità gestito direttamente dal Ministero dell'Ambiente ed in attesa della sua piena operatività (ad oggi non indicata) torneranno ad essere vigenti unicamente le modalità cartacee di registrazione rifiuti, quindi i registri di carico e scarico e i Formulari d’identificazione rifiuti con il relativo sistema sanzionatorio previsto dal DL 152/2006 attraverso l'applicazione degli articoli 188, 189, 190 e 193.
 



Pubblicato il 21 dicembre 2018

Questionario di autovalutazione nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)
Come anticipato con Circolare n. 123 del 13/06/2018, abbiamo predisposto un questionario che da una parte vi potrà dare ausilio nella valutazione del vostro stato attuale di conformità al GDPR e di sicurezza dei vostri dati e dall’altra potrà permettervi l’analisi del servizio fornitovi dai vs. consulenti in materia di sicurezza fisica dei dati, ma anche ove potrebbe risultare più difficoltosa, in materia informatica.
Aporia srl, ove lo desideriate, è in grado di fornirvi un servizio completo per ogni tipo di adempimento della disciplina, tanto sotto il profilo fisico che sotto quello informatico.

Sarà possibile compilare il questionario cliccando sul link sottostante
https://corepesaro.typeform.com/to/WldGsR

Al termine della compilazione, potrete visionare immediatamente l’esito valutativo.



Pubblicato il 18 giugno 2018

Servizio di assistenza su adempimenti privacy
La presente per informarVi che, in riferimento al Regolamento europeo 2016/679, in materia di protezione dei dati personali (GDPR), aporia srl è in grado di offrire un servizio completo di assistenza sugli adempimenti previsti dalla normativa vigente, comprensivo di quello di sicurezza informatica.
Al fine di facilitare una prima autovalutazione dello stato attuale di sicurezza dei vostri dati, stiamo predisponendo un questionario, che vi invieremo a breve, e il cui esito valutativo potrete  visionare immediatamente.

Cordialmente
 
Aporia srl
 


Pubblicato il 13 giugno 2018

Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali
In ordine al nuovo Regolamento UE (GDPR n. 679 del 27/04/2016) si comunica che si è già provveduto a interpellare le autorità competenti in materia per individuare il migliore criterio di assolvimento degli obblighi previsti dal Regolamento, al fine di poter predisporre e offrire il migliore servizio possibile alle proprie assistite.
Si consiglia, ove vi fosse interesse, di comunicarne i termini alla scrivente, esclusivamente a mezzo posta elettronica all’indirizzo info@aporia.it. 



Pubblicato il 17 aprile 2018

Proroga SISTRI al 2019
Con la legge di Bilancio 2018 arriva la proroga, al 31 dicembre 2018, per la piena entrata in vigore del SISTRI per la tracciabilità dei rifiuti pericolosi. Il rinvio si è reso necessario per dare maggiore certezza alle imprese del settore in attesa della decisione del TAR sul ricorso presentato contro l'affidamento in concessione del servizio. In particolare, viene prorogato di un altro anno sia il “doppio binario”, il periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del SISTRI, sia la moratoria delle nuove sanzioni, nonché il termine finale di efficacia del contratto con la società concessionaria del sistema.



Pubblicato il 09 gennaio 2018

Formazione del Datore di Lavoro in caso di utilizzo di attrezzature
Con il Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 151 il legislatore si è pronunciato in merito alla necessità di formazione del datore di lavoro che utilizzi  attrezzature di lavoro, apportando al decreto legislativo 81/2008 una piccola modifica:
all'articolo 69, comma 1, lettera  e),  dopo  le  parole:  «il lavoratore incaricato dell'uso di una attrezzatura di  lavoro»  sono inserite le seguenti: «o il datore di lavoro che ne fa uso».
Questo chiarisce definitivamente la necessità di formazione anche dei datori di lavoro, e non solo dei lavoratori, in relazione all’uso di attrezzature soggette a specifica abilitazione, con riferimento a quanto richiesto dall’articolo 73 del Testo Unico e quanto indicato nell’ Accordo del 22 febbraio 2012.

Di seguito, a titolo riepilogativo, l’elenco delle attrezzature di lavoro per cui è richiesta “specifica abilitazione degli operatori”:
- Piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE);
- Gru a torre;
- Gru mobile;
- Gru per autocarro;
- Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo (a braccio telescopico, industriali semoventi, sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi);
- Trattori agricoli o forestali;
- Macchine movimento terra (escavatori idraulici, a fune, pale caricatrici frontali, terne, autoribaltabile a cingoli);
- Pompe per calcestruzzo.



Pubblicato il 30 marzo 2017

Accessibilità in sicurezza ai punti di prelievo per emissioni in atmosfera
Si segnala che, ai sensi del d.lgs. 152/2006 e del d.lgs. 81/08, il Datore di lavoro dell’impresa sottoposta a verifica dell’emissione in atmosfera deve garantire, al soggetto terzo che esegue questo tipo di attività, la conformità delle strutture e l’accessibilità in sicurezza ai punti di prelievo, predisponendo il Documento Unico di Valutazione da Rischi Interferenti (DUVRI).
Questo ufficio resta a disposizione per eventuali necessari chiarimenti in ordine a quanto sopra esposto e per la consulenza necessaria a interventi di adeguamento dei punti di emissione.





Pubblicato il 29 marzo 2017

Manutenzioni periodiche
Ricordiamo alle aziende assistite le scadenze relative alle manutenzioni periodiche di estintori, impianti elettrici e ascensori. Di seguito una sintesi:

Estintori


Estintore polvere: Controllo: 6 mesi - Revisione: 36 mesi - Collaudo: 6 anni o 12 anni (se CE).

Estintore CO2: Controllo: 6 mesi - Revisione: 60 mesi - Collaudo: 10 anni.

Estintore schiuma acqua: Controllo: 6 mesi - Revisione: 18 mesi - Collaudo: 6 anni o 12 anni (se CE).


Impianti elettrici
•    Verifiche ispettive obbligatorie ogni 2 o 5 anni per ambienti rispettivamente a rischio di incendio alto od ordinario (medio – basso);
•   verifica della messa a terra ogni 2 anni, verifica del corretto funzionamento dei differenziali ogni 6 mesi.

Ascensori
•    Visite finalizzate alla verifica dell’integrità e dell’efficienza di tutti i dispositivi e dei componenti ogni 6 mesi;
•    Visite di manutenzione preventiva: non è specificata una periodicità, questa dipende dalle caratteristiche dell’impianto; di norma vengono eseguite 8-12 visite all’anno (incluse le due semestrali).
 



Pubblicato il 07 dicembre 2016

Formazione delle attrezzature non comprese nell’Accordo Stato-Regioni

L’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 stabilisce per quali attrezzature di lavoro sia richiesta una specifica abilitazione degli operatori, che diviene obbligo ulteriore, e non sostitutivo, rispetto a quelli di informazione e formazione indicati dall’art. 73. del d.lgs. 81/08.
Le attrezzature sono le seguenti:
- piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE);
- gru a torre;
- gru mobile;
- gru per autocarro;
- carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo;
- trattori agricoli o forestali;
- macchine movimento terra;
- pompe per calcestruzzo.

Come comportarsi dunque in merito all’utilizzo di attrezzature non inserite nell’Accordo Stato-Regioni che comunque richiedono abilità, conoscenze e responsabilità particolari?

La risposta deriva da quanto contenuto nell’articolo 73 del d.lgs. 81/08, ovvero il lavoratore sarà informato, formato e addestrato attraverso la lettura del libretto d’uso e manutenzione ed informato sui rischi ai quali è esposto durante l’uso o sui rischi cui sono esposti altri lavoratori, al fine di operare in sicurezza.
Per la parte pratica il datore di lavoro può comunque riferirsi ai criteri elencati dall’Accordo Stato-Regioni rendendo disponibile:
a) un’area opportunamente delimitata con assenza di impianti o strutture che possano interferire con l’attività pratica di addestramento e con caratteristiche geotecniche e morfologiche tali da consentire, in sicurezza rispetto ad una valutazione globale dei rischi, l’effettuazione di tutte le manovre pratiche previste;
b) i carichi, gli ostacoli fissi e/o in movimento e gli apprestamenti che dovessero rendersi necessari per consentire l’effettuazione di tutte le manovre pratiche;
c) le attrezzature e gli accessori idonei all’attività di addestramento o equipaggiati con dispositivi aggiuntivi per l’effettuazione in sicurezza delle attività pratiche di addestramento;
d) i dispositivi di protezione individuale necessari per l’effettuazione in sicurezza delle attività pratiche di addestramento.
Il datore di lavoro individuerà come docente un collaboratore interno o esterno che abbia riconosciuta e provata esperienza nell’uso dell’attrezzatura e capacità di valutazione del lavoratore.
A conclusione dell’attività pratica con esito positivo il datore di lavoro rilascerà una abilitazione interna all’uso dell’attrezzatura.



Pubblicato il 15 luglio 2016


Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies