aporia srl - sistemi integrati qualità sicurezza ambiente

Servizi

Newsletter

Corsi e News

Nullità del contratto a tempo determinato se Valutazione dei rischi


... Leggi Tutto

Nuovo modello OT 23 per la riduzione del premio Inail


... Leggi Tutto

F-Gas


... Leggi Tutto

Novità SISTRI


... Leggi Tutto

Questionario di autovalutazione nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR)


... Leggi Tutto

Servizio di assistenza su adempimenti privacy


... Leggi Tutto

Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali


... Leggi Tutto

Formazione del Datore di Lavoro in caso di utilizzo di attrezzature


... Leggi Tutto

Accessibilità in sicurezza ai punti di prelievo per emissioni in atmosfera


... Leggi Tutto

Manutenzioni periodiche


... Leggi Tutto

Formazione delle attrezzature non comprese nell’Accordo Stato-Regioni


... Leggi Tutto
Rischio Cangerogeno
Le sostanze cancerogene
Un cancerogeno è un agente capace di provocare l’insorgenza del cancro o di aumentarne la frequenza in una popolazione esposta.

Etichettatura

Cancerogeni di categoria 1 e 2
Frasi di rischio R45 (Può causare il cancro) o R49 (può causare il cancro per inalazione)

Cancerogeni di categoria 3
Frase di rischio R40 (Sospetto effetto cancerogeno. Prove insufficienti)

Cancerogeni Mutageni di categoria 1 e 2
Frasi di rischio R46 (Può causare alterazioni genetiche ereditarie)

Cancerogeni Mutageni di categoria 3
Frase di rischio R68 (Possibilità di effetti irreversibili)

La prevenzione del rischio da sostanze cancerogene e mutagene
Occorre certamente considerare che per le sostanze cancerogene e mutagene non è possibile stabilire un valore limite di soglia che possa “garantire” la salute degli esposti.
Il meccanismo di azione di queste sostanze (direttamente o indirettamente) generalmente nasce casualmente da una singola esposizione (dose).

Pertanto anche basse esposizioni possono causare un danno irreparabile e ovviamente più sono basse, più le probabilità di avvicinarsi al rischio “zero” aumentano.
Per questo motivo la regolamentazione di legge stabilisce in ordine di priorità:
• Sostituzione della sostanza
• Utilizzo in ciclo chiuso
• Esposizione ai livelli più bassi tecnicamente raggiungibili.

Per le sostanze cancerogene e mutagene di categoria 3 deve valere sempre il “principio di precauzione”, che propone di porre in essere le tutele più ampie disponibili anche in presenza di incertezze.

Il servizio tecnico di aporia ha maturato esperienza e professionalità nella riprogettazione delle postazioni di lavoro e nella ricerca di nuove metodiche produttive per l'applicazione delle misure di prevenzione del rischio da sostanze cancerogene e mutagene.

Stampa Pagina Stampa Pagina

Visitando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookies